Pomi Alessandro

Trattativa privata  + 39 3474670115

" Putto "
scultura in bronzo patinato
dimensioni cm 25x9 x9
realizzato in 8 esemplari

BIOGRAFIA

Pomi Alessandro

(Mestre 1890 - Venezia 1976)

allievo di Ettore Tito all’Accademia di Belle Arti di Venezia e successivamente completa gli studi a Monaco di Baviera e Roma.

Fu del 1910 la sua prima esposizione a Cà Pesaro e due anni dopo è alla Biennale di Venezia dove ritorna negli anni 14, 22, 24, 28, 30, 32, 34, 36, 40, 42, 48.
Partecipò a varie mostre in Italia ed estero (Pittsburgh, Londra, Buenos Aires, Monaco di Baviera, Milano, Venezia, Treviso, ecc.). Tra i molti lavori figura la grande pala d’altare realizzata a Sidney ed i dipinti della via crucis per il Duomo di Treviso.
Gugliemo Gigli scrisse: “... tese sempre a rifuggire le spinte dei rinnovamenti avanguardistici, preferendo lavorare sulle “proprie” scelte e sulle “personali” convinzioni sulla necessità di non allontanarsi mai dai problemi della “tecnica della pittura”, così come gli aveva insegnato Ettore Tito che gli era stato maestro.
Risultò pertanto inevitabile che nella contrapposizione tra l’avanguardia di Cà Pesaro ed il gruppo del Circolo Artistico del Ponte della Paglia (siamo attorno al 1920) fosse dalla parte del secondo con Lino Selvatico, con Cosimo Privato, con Umberto Martina.
Pomi, insomma, guardava con troppo sospetto alle innovazioni delle nuove proposte per accettare un Sironi o un Carrà e per non dire di quel De Chirico che rappresentò il momento più traumatizzante di rottura con la tradizione”.