×

Errore

[sigplus] Critical error: Image gallery folder breggion_dipinti is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

[sigplus] Critical error: Image gallery folder bozzato_dipinti is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

[sigplus] Critical error: Image gallery folder bortoluzzi_dipinti is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

[sigplus] Critical error: Image gallery folder boldrini_dipinti is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

[sigplus] Critical error: Image gallery folder bogoni_dipinti is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

Chiovato Luigi

Trattativa privata + 39 3474670115

"Vaso di Fiori "
olio su compensato
dimensioni cm. 40 x 50
datato 1966, firmato
Chiovato

BIOGRAFIA

Artista veneto del novecento.
presente nella Mostra:
Le opere di pittura del Novecento vicentino dalle collezioni dei Musei Civici riunite in una mostra a palazzo Chiericati
per documentazione:
http://www.comune.vicenza.it/albo/notizie.php/68736

Catalani Alessandro

Trattativa privata + 39 3474670115

" Paesaggio primaverile "

olio tela incollata su tavola
dimensioni  cm.70 x 100
firmato Catalani Alessandro

BIOGRAFIA

Alessandro Catalani

( Jesi 1897 – Milano 1942)
Studiò all’Accademia di belle arti di Roma, in questa città prese parte a moltissime collettive.


I suoi paesaggi sono noti per le tinte tenue e quella pennellata sciolta. Idealista irriducibile, partecipò con entusiasmo alla nuova cultura fascista e lasciò una notevole impronta con le sue opere,-La battaglia del grano.- che le valse  la medaglia d’oro e “La miettitura”, secondo premio al  concordo Opera Nazionale.
Molto conosciuto ed apprezzato a Londra dove si trovano gran parte dei suoi acquarelli, tra cui la  serie delle vedute londinese, In preda ad una crisi di sconforto morì giovanissimo a Milano 

Breggion Bruno

[sigplus] Critical error: Image gallery folder breggion_dipinti is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

{gallery}/breggion_dipinti{/gallery}

" Paesaggio "
olio su tela
dimensioni  cm. 30 x 25

€ 400,00

 

BIOGRAFIA

Breggion Bruno

Bovolenta 1924 -  2010,   protagonista italiano dell’arte con base a  Bassano del Grappa (VI) dagli anni ’50,

uno degli artisti che hanno dato ad una città da poco uscita dal dramma del secondo conflitto mondiale un’autorevolezza culturale che non ha pari nel Veneto.
La familiarità che i bassanesi hanno con Breggion è soprattutto legata alle numerose letture del paesaggio circostante da lui interpretato in un inconfondibile tono di colore, quel “verdoìn” quel verdino che il poeta Gino Pistorello gli riconosceva come cifra di identificazione stilistica. Eppure questi paesaggi pedemontani, tanto apprezzati dal pubblico bassanese per la loro veridicità, appartengono alla lunga tradizione della pittura di paesaggio dell’entroterra veneto, da Jacopo Bassano, a Roberto Roberti, a Antonio Marinoni fino a Wolf Ferrari.
Tanti angoli del territorio bassanese sono espressi in modi personali, formati sui grandi movimenti del Novecento, dall’impressionismo di Cézanne, al cubismo di Picasso, al purismo di Novecento, all’astrattismo americano, al surrealismo di Magritte. Il paesaggio resta un soggetto costante lungo l’intero arco della sua lunga vita artistica, dalle prime esperienze accademiche, attraverso gli studi e gli incontri veneziani, fino alla maturità.

Muore 15 Ottobre 2010.

Brotto Angelo

Trattaviva privata + 39 3474670115

" Paesaggio collinare "
 olio su carta incollata su cartone
dimensioni  cm. 40 x 51, Datato 1949

 

BIOGRAFIA

Nato a Venezia nel 1914 e muore a  Campiglia Marittima nel 2002 .

Il proff. Brotto si  è diplomato  nella scula d'arte di Venezia nel 1939, partecipa da giovane più famose mostre veneziane esponendo alcune suo opere.
Laureatosi nel 1941 all'Accademia delle belle arti di Venezia si distinse vincendo tutte le gare universitarie.
la strada di questo giovane artista creativo venne consolidata vincendo nel 1940 il primo premio del "concorso nazionale del cartellone per la moda femminile" e nel 1941 il primo premio nazionale per l'incisione del Ministero dell'educazione.
E' nel giugno del '41 il suo primo prestigioso incarico ottenuto dal Ministero degli affari Esteri per eseguire importanti affreschi nel Montenegro.
Questo è un periodo florido per Angelo, espone in molte biennali triennali, quadriennali, partecipa ad eventi, mostre personali e collettive nelle più importanti città italiane.
Vince grandi premi come : il premio Bergamo, il premio Cremona, il premio Suzzara, il premio Verona e il primo premio alla mostra delle incisioni di Roma.
Brotto, non nega tempo al tempo, insegnando decorazione all' istituto d'arte di Venezia, mentre i suoi lavori vengono acquistati da molte gallerie private e Musei di arte moderna come quella di Roma, Venezia e Trieste.

Suoi dati artistici si possono rilevare su libri e dizionari di pittura contemporanea.

Collaborò con la ditta Esperia  produttore i elementi per la luce e di  lampade aritsitche di Poggibonsi, da citare le lampade  Barnaba, Barbarella e Malizia.

 

Mostre importanti :

  • XXIII  Biennale di Venezia 1942 ( due dipinti e tre incisioni )
  • Triennale di Milano;
  • Premio Bergamo;
  • Premio Michetti;
  • Premio Suzzara;
  • Permanente di Milano.

Bozzato Achille Attilio

[sigplus] Critical error: Image gallery folder bozzato_dipinti is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

{gallery}/bozzato_dipinti{/gallery}

Venezia La Giudecca
olio su cartone telato
dimansioni cm. 30 x 40

 

€ 400,00

BIOGRAFIA

Tra i pittori chioggiotti che negli ultimi anni hanno avuto maggiore rivalutazione vi è Achille Attilio Bozzato, nato nella cittadina veneziana nel 1896 e morto nel 1954.

Dopo avere studiato alla Accademia di Belle arti di Venezia sotto gli insegnamenti di Ettore Tito, Luigi Nono e Giuseppe Ciardi.  Iniziò un  tour che  oltre  in varie regioni italiane, lo portò in Spagna, Francia, Inghilterra, Portogallo e  più tardi  anche in America ed in Africa.

Fu grande produttore di scorci veneziani e tipici  della sua città natale.

Ispirandoli alla pittura di  Leonardo Bazaro e di Angelo Pavan.

Bozzato morì a Cremona nel 1954.

Il comune di Chioggia nel 2012 lo inserisce nella mostra dedicata  agli artisti chioggiotti.