Thon - Fausto Tonello

Trattativa privata + 39 3474670115

 

" Uovo - l' Uovo di Colimbo "
scultura in vetro massello con sommersioni di paste di vetro
dimensioni  h. cm 20 circa, anno 2000

" Uovo - l' Uovo di Colimbo "
scultura in vetro massello con sommersioni in paste di vetro
dimensioni  h. cm 20 circa, anno 2000

" Uovo - l' Uovo di Colimbo "
scultura in vetro massello con sommersioni in paste di vetro
dimensioni  h. cm 20 circa, anno 2000

"Uovo - l' Uovo di Colimbo "
scultura in vetro massello con sommersioni in paste di vetro
dimensioni  h. cm 20 circa, anno 2000

" Scritture "
scultura in vetro massello con disegni incisi a diamante su entrambi le superfici
dimensioni  h cm. 22, anno 1990

 

BIOGRAFIA

Thon

(Fausto Tonello).

L’arte senza cultura, richiami mitologici, riflessione filosofica sarebbe per l’artista una mera esecuzione senz’Anima.


La sperimentazione sulla materia è stata sempre la base del suo lavoro, nella ricerca di dialogo con la storia, mentre il rinnovamento progressivo, il cambiamento che si sedimentava , continuava a produrre pensiero e materia, riflessione e arte applicata. Il simbolo della “forma” per eccellenza, è diventato nel tempo l’uovo, custode di messaggi ancestrali, carico di significati magici, depositario di un mistero esistenziale perché dall’uovo nasce la vita, mentre rappresenta la diretta conseguenza

dell’atto sessuale. Con questi termini anche il rinnovamento, l’urgenza di cambiare per non essere mai relegati alla staticità, rischio perenne dell’arte. L’uovo è anche il simbolo della sfericità ricercata e mai trovata come la perfezione, urgenza di essenza. Sottolineiamo alcune fondamentali rassegne. 2002 - LA VIA DEL VETRO - Tirana-Scutari- Valona - ALBANIA; 2002 - MUTEVOLI
TRASPARENZE - CAFFÈ PEDROCCHI - Padova; 2008 “Thon - L’Uovo di Colimbo “Personale - Palazzo Manzioli Isola d’Istria - Slovenia; 2009 “Thon - L’Uovo di Colimbo” - personale - Sede I.I.C. Italiano a - Grenoble - France; 2006 “Thon - L’Uovo di Colimbo” personale Galleria ARTE FORUM - Padova; 2012 “Thon L’Uovo di Colimbo” personale - Galleria - Fondazione - Frosecchi - Firenze. Le opere di THON figurano in ragguardevoli collezioni Pubbliche e Private europee ed Internazionali. Presente in prestigiosi annuari d’arte moderna e contemporanee www. gallerialateca.com www.thon.it. “La Teca”Thon (Fausto Tonello).


Biography :

The art without culture, mythical recalls, philosophical reflexion, would be, for the artist, a mere implementation without Soul. The experimentation on the matter it always was the base of the artist’s work, in the research of a dialogue with history, while the progressive renewal continued to produce thought and material, reflection and applied art. The symbol of the “form” par excellence has become, over time, the egg, the guardian of ancestral messages, full of meaning and magic keeper of a existential mystery, because the egg gives and represents the direct consequence of the sexual act. It also represents the renewal and the urgency of change in order not to be relegated to immobility, perennial risk of art. The egg is the symbol of roundness, sought and never found as perfection, urgency of essence. We emphasize some fundamental reviews. 2002 - LA VIA DEL VETRO - Tirana-Scutari- Valona - ALBANIA; 2002 - MUTEVOLI TRASPARENZE - CAFFÈ PEDROCCHI - Padova; 2008 “Thon - L’Uovo di Colimbo “Personale - Palazzo Manzioli Isola d’Istria - Slovenia; 2009 “Thon - L’Uovo di Colimbo” - personale - Sede I.I.C. Italiano a - Grenoble - France; 2006 “Thon - L’Uovo di Colimbo” personale Galleria ARTE FORUM - Padova; 2012 “Thon L’Uovo di Colimbo” personale - Galleria - Fondazione - Frosecchi - Firenze. The works of THON can be found in remarkable Public and Private, European and International collections. He is mentioned in prestigious yearbooks of modern and contemporary art. “La Teca” is the reference gallery (www.galleriteca.com).

Bibliografia:
1998 - ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA, De Agostini ed.;
1994 - SCULTURA N° 10, Mondadori ed.;
2006 - Cataogo degliScultori Italiani, Monadori ed.;
2015 - Catalogo dell'Arte Moderna N°51;Last exibition:2002 - MUTEVOLI TRASPARENZE - CAFFÈ PEDROCCHI - Padova;
2008 - “Thon - L’Uovo di Colimbo “Personale - Palazzo Manzioli Isola d’Istria, Slovenia;
2009 - “Thon - L’Uovo di Colimbo” - personale - Sede I.I.C. Italiano a Grenoble,France;
2014 - Personale Galleria La Teca, Padova;
2014 - Artisti ItalianiContemporanei a Stoccarda. Catalogo Mondadori;
2015 - Expo 2015 Spazi Fabbrica Pensante Viale Sarca Milano, Ciscina Trivulza ( accato Palazzo Italia)Catalogo Mondadori;
2015 - Evento collaterale all'Arte Padova,con Spazio Fabbrica Pensante;
2015 - Evento " opere dell'Expoo 2015 " Galleria Spazio 22 Via Scajaro,26, Asiago;
2016 - Buenos Aires, catalogo Mondadori ed.;

Rinaldi Angelo - vetro metallo

Trattaviva privata + 39 3474670115

BIOGRAFIA

Nasce in provincia di Padova, studia arte in Italia e all’estero. La sua formazione artistica si arricchisce e perfeziona frequentando già da giovane gli studi e gli Ateliers degli Artisti internazionali di fama mondiale.E’del 1965 la sua prima mostra personale di pittura.Negli anni successivi si dedica alla scultura e al design collaborando con importanti aziende produttrici di vetri, ceramiche, mobili e oggetti .Dal 1970, partecipa, in modo continuativo, ad esposizioni di design e d’arte in Italia ed all’estero. Nel 1991 Rinaldi realizza per il Museo Ideale Leonardo da Vinci in Vinci, diverse forme di oggetti in vetro soffiato basandosi sul principio dei vasi comunicanti, progettati da Leonardo(che mai aveva relizzato) in stretta  collaborazione col direttore del Museo, Alessandro Vezzosi. Così vede la luce anche una fontana( funzionante)in vetro, e la realizzazione del progetto disegnato  dall’ architetto Francesco di Giorgio (Siena, 1439 – Siena, 1501 (cataloghi delle esposizioni Firenze e Parigi ).
1996 aderisce al movimento “Artisti Artefici”, fondato da Paola Crema Fallani, con gli artisti: Novello Finotti, Igor Mitoraj, Roberto Fallani, Marina Karella, Kurt Laurenz Metzler, Yvan Theimer e Do Vassilakis Konig. Il movimento aveva come scopo il creare delle sculture luminose. Le opere sono state esposte a Firenze nella: Loggia dei Rucellai; all’Accademia delle Arti e del Disegno ; a Verona nella rassegna “Mondo Luce”;in musei Internazionali a cura delle Ambasciate Italiane all’Estero in collaborazione con il Ministero della Cultura e degli Esteri, con la partecipazione attiva dalla Fondazione Sartirana  Arte di Sartirana Pavia.
2000, partecipa al progetto mondiale della Fondazione Sartirana Arte di Sartirana Lomellina (PV), “La Via del Vetro”,con il Ministero della Cultura e Ministero degli Esteri,le Ambasciate Italiane e degli Istituti italiani di cultura all’Estero. L'evento divenuto di interesse mondiale è stato ospitato in importanti e prncipali Musei delle rispettive capitali di: India, Croazia, Egitto, Siria, Tunisia, Albania, Marocco, Turchia, Grecia , Slovenia Croazia, U.S.A e (America Latina) Brasile, Colombia, Cile, Argentina.
Nel 2000 Angelo Rinaldi è uno degli artisti invitato alle Manifestazioni Giubilari di Religiosità dal titolo “Tradizione e Innovazione”. La presentazione Ufficiale parte da Padova per poi essere ad Assisi, Firenze per giungere a Roma e ricevere la consacrazione dal Santo Padre. Tra gli importanti  eventi giubilari è stato invitato dall'organizzazione LAURUS “progetti di Sacro “Arte ed Architettura per il Giubileo” evento patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Firenze, dalla Giunta Regionale Toscana, dal Consiglio Nazionale degli Architetti, dal Parlamento Europeo- Uff- per L’Italia e dall' Ambasciata del Cile presso l’Unione Europea.
Artisti partecipanti: Novello Finotti, Omar Galliani, Paolo Portoghesi, Renzo Piano e Roberto Fallani, Angelo Rinaldi.
2000 (maggio- giugno ) patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri,dal Comune di Strà -VE e dalla Associazione Ville Venete, fu allestita una Personale dal titolo: “ Solido Trasparente " nella -Storica Villa Nazionale Pisani nell’occasione furono esposte circa 100 opere tra dipinti e sculture . Da novembre 2003 a febbraio 2004 nella sede dell’istituto SANPAOLO IMI di Padova viene inaugurata una personale dal titolo " Angelo Rinaldi Il SAMPAOLOIMI Ospita l’Arte". Settembre 2004 si inaugura il progetto mondiale dal titolo “Cento Soli” che sarà itinerante sino al 2011 – l’evento organizzato dalla Fondazione Sartirana Arte di Sartirana Pavia con la collaborazione dei Ministeri degli Esteri della Cultura, le Ambasciate Italiane all'estero e con l'ausilio degli Istituti Italiani di Cultura, vede ancora un volta la presenza autorevole di Rinaldi, è sempre la luce sposata con la scultura in vetro ad essere il tema portante di questo evento, gli altri artisti che hanno aderito sono: Roberto Fallani, Marco Lodola e Mario Merz. Gli stessi organizzatori dei "Cento soli " creano un'altro evento mondiale ed itinerante, ospitato nei maggiori musei del mondo da titolo : “Gioielli d’Artista” molti gli artisti internazionali del ‘900 presenti con le loro opere denominate anche “Arte da Indossare”.
2004,settembre altre “Sculture da indossare” create da Angelo Rinaldi sono presenti nella mostra : “Le piume del pavone”. Evento voluto ed ospitato da prima al “Diamantmuseum di Anversa " mostra che in collaborazione con la Fondazione Sartirana Arte,e in secondo tempo esposta in altri paesi Europei, Americani e in Cina.L'importante collezione  è composta da gioielli da uomo realizzati da artisti contemporanei di tutto il mondo. E' nel 2004 che  realizza una "pala d’altare" in bronzo a cera persa, di grandi dimensioni, con la rappresentazione simbolica attraverso fiori ad alto rilievo, collocata nella chiesa  del cimitero di S. Vito di Vigonza (PD). L’opera, ispirata da una religiosità laica, affronta il tema del trapasso e nell’aldilà, un concetto innovativo per raggruppare tutte le religioni.
Come gli artisti del rinascimento europeo, anche il percorso di Angelo Rinaldi è ricco e mai stagnante. Dai dipinti di grandi dimensioni, di impronta formale geometrica, dai ‘Vasi scultura, realizzati presso le fucine do Murano, dall’astrattismo geometrico e dalla sperimentazione degli anni novanta. Il linguaggio espressivo e la ricerca nelle opere di Angelo Rinaldi sono in continua evoluzione. E' per questo che è stato definito, un artista vulcanico, con un’attitudine sovrana verso la materia.
Dal Dicembre 2004 a tutto febbraio 2005 nei saloni dell’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana e all’ Istituto di Cultura di Zagabria con patrocinio dell' Ambasciata Italiana in Slovenia e Croazia .sono esposti una serie di grandi disegni, eseguiti nel 1992 in occasione delle Olimpiadi di Barcellona La mostra intitolata “Riflessi di Luce” poi arricchita con sculture luminose, viene riproposta in una personale alla Galleria Gasspar di Pirano ( Slovenija) sempre con il patrocinio dell'Istituto Italiano di Cultura e l'Ambasciata Italiana di Lubiana.
Nello stesso anno Rinaldi aderisce al progetto di Formitalia “Mirabili -Arte d’abitare" con opere di :Portoghesi, Sottsass, Ontani, Ceroli, Berrocal, Max Ernest, Mendini, Natalini, Fallani, Crema,Rinaldi ed altri ancora .
2005 l’artista presenzia su invito con un opera alla mostra,“Buon compleanno Leonardo” ,tenutasi nel Museo Ideale Leonardo da Vinci a Vinci,
estate 2005 l’Istituto - SANPAOLO IMI - (Sponsor ufficiale delle Olimpiadi Invernali del 2006 di Torino) commissiona all’artista una collezione di 350 dipinti di piccolo formato rappresentanti le olimpiadi stesse .Una serie di 32 tavole viene da prima esposta con il titolo “Sognando le Olimpiadi” nelle sale del Palazzo dello Sport e della Provincia di Pavia alla presenza dell’allora Capo dello Stato Carlo Azelio Ciampi , in occasione del passaggio della fiaccola olimpica e successivamente nelle sale dell’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana e di Zagabria , dopo di che nelle sale espositive dell’Accademia del Disegno di Montecatini Terme e in alcune gallerie nazionali .
Sempre nel 2005 viene collocata nella piazza principale di Galta di Vigonovo (VE ) una grande stele in bronzo – “Omaggio a Leonardo". Nel mese di ottobre dello stesso anno nelle sale dell’ Istituto Italiano di Cultura di Zagabria si espongono 30 disegni facenti parte delle opere denominate “Fragmenta”
2006 una serie di “di sculture luminose” del maestro vengono esposte alla mostra “Island of Glass”- 1920-2005 all’Eretz Israel Museum di Tel – Aviv, a cura dell’Ambasciata e dell’Istituto di Cultura Italiana per proseguire poi ad Istambul - Turkia.
Nello stesso anno opere di Rinaldi sono presenti a "DIALOGO TRA GENERAZIONI"( dal futurismo ai giorni nostri) .nelle sale del Museo Mohamed Mahamoud Khalil -Cairo – Egitto.
2007 " Sculture di luce " una suggestiva esposizione di 25 sculture luminose in vetro e plinti in ferro vengono esposte nelle Sedi Istituzionali dell’Ambasciata Italiana a Seul - Corea.
2008 Personale nel " Teatro del Castello di Sartirana “Sartirana Arte Castello di Sartirana - Sartirana Lomellina ( Pavia).
2009 l’opera “Laguna” del 1965 e presente a " Memorie dell'antico nell'Arte del novecento " Museo degli Argenti - Palazzo Pitti - Firenze - 14 Marzo 12 Luglio (vedi catalogo ).
2009 " Calzature da Sogno " Mac,c - Museo d'Arte Contemporanea e del Novecento - MONSUMMANO Terme, Italia. alcune opere (calzature in vetro) sono presenti alla esposizione e un opera di Rinaldi fa da copertina al catalogo
2010/2011 importante personale retrospettiva “ Di Vetro e nel Vetro Opere di Angelo Rinaldi 1960-2010” in Palazzo Zuckermann – Musei Civici di Padova
2011 l’opera “Cilindro Spezzato” (donazione dell’artista) viene esposta nelle grande mostra di bronzetti tenutasi a Palazzo della Ragione in Padova e sempre nello stesso anno l’artista dona una grande scultura in acciaio “La notte di S. Lorenzo” che viene collocata permanentemente nei giardini antistanti i Musei Civici della città.
2012 l’opera “l’impronta” del 2007 viene presenzia a “Essenzialmente la mano” evento tenutosi nel piano Nobile del Caffè Pedrocchi di Padova, personale presso la Galleria La Teca di Padova .
2013 – agosto, Angelo Rinaldi e Ferruccio Gard - “Forme e colori del nuovo astrattismo” evento tenutosi nella Chiesa di S. Filippo a Castiglion Fiorentino Arezzo.
Alcune opere sono conservate ed esposte nelle sale della Farnesina (sede del Ministero degli Esteri in Roma)e sono roa visibili al vasto pubbloco con l'operazione " PFarnesina porte Aperte".  
Opere di Angelo Rinaldi si trovano presso Musei Nazionali e Internazionali e in collezioni private di grande prestigio.
I Musei più importanti :
- KUNST -MUSEUM - DUSSELDORF - Germania;
- MUSEO DEL VETRO- S. GIOVANNI VALDARNO – FI - Italia;
- MUSEO IDEALE LEONARDO DA VINCI - VINCI - Italia;
- FONDAZIONE MORISCITA - TOKIO - GIAPPONE;
- PALAZZO PITTI - MUSEO DEGLI ARGENTI - SALE dedicate alla Sezione opere ( gioielli ) di Artisti Contemporanei) FIRENZE - Italia;
- MUSEO della Calzatura di Villa FOSCARINI - ROSSI( opera - scultura in vetro).
- Musei Civici di Padova : " Notte di San Lorenzo " nei giardini dei Musei accanto la Cappella degli Scrovegni detta di Giotto; “ - Musei Civici di Padova : " Cilindro Spezzato in equilibrio precario” scultura in Bronzo;
- Musei Civici di Padova - PalazzoZuckermann :“ Manhattan “ della serie Arte da Indossare.
collezioni private e pubbliche di tutto il mondo-
- Si sono interessati all’artista i più noti critici nazionali e internazionali ; Televisioni - ed edizioni redazionali di telegiornali ; Quotidiani e riviste di carattere artistico e mondano.

Rinaldi Angelo - Vetro

RINALDI_00.pdf

Rinaldi.pdf

Trattativa privata + 39 3474670115

" Equilibrio precario "
scultura, monolitho in vetro massello  bianco scolpito
dimensioni h. cm. 32,5 x 20 x 18, anno 1995

" Equilibrio precario "
scultura,  monolitho in vetro massello  nero scolpito
dimensioni  h. cm.36
solo monolitho cm. 29 x15x10

" Hand - Impronta "
scultura in vetro massello scolpito e dorato
dimensioni

" Atleti "
scultura in vetro massello scolpito inciso e dorato
dimensionio cm.30x13x15
su plinto in acciaio patinato,cm.120

" Ciclone "
monolitho in vetro massello con sommersioni di materiale tecnologico
su plinto luminoso in acciaio patinato
dimensioni h. cm. 21 x 21 x 7, anno 1999

 

BIOGRAFIA:

BIOGRAFIA:
Nasce in provincia di Padova, studia arte in Italia e all’estero.
L'ambiente culturale ed artistico in cui è nato e cresciuto fu la base della sua formazione artistica, che poi ha personalmente arricchito e perfezionato  frequentando sempre da giovanissimo gli Ateliers di Artisti internazionali di fama mondiale.
Da subito Rinaldi interessato a tutte le forme artistiche ha dato sfogo alla sua vulcanica creatività, nel realizzare dipinti, sculture senza tralasciare il campo del Design.


Nel 1991 Rinaldi realizza per il Museo Ideale Leonardo da Vinci in Vinci, diverse forme di oggetti in vetro soffiato basandosi sul principio dei vasi comunicanti, progettati da Leonardo (che mai aveva relizzato) in stretta collaborazione col direttore del museo , Alessandro Vezzosi. Realizzano una fontana in vetro  (funzionante)su progetto dell’ architetto Francesco di Giorgio (Siena, 1439 –1501) (vedasi cataloghi delle esposizioni Firenze e Parigi ).
1996 aderisce al movimento “Artisti Artefici”, fondato da Paola Crema Fallani, con gli artisti: Novello Finotti, Igor Mitoraj, Roberto Fallani, Marina Karella, Kurt Laurenz Metzler, Yvan Theimer e Do Vassilakis Konig. Il movimento aveva come scopo il creare delle sculture luminose. Le opere sono state esposte a Firenze nella: Loggia dei Rucellai; all’Accademia delle Arti e del Disegno ; a Verona nella rassegna “Mondo Luce”;in musei Internazionali a cura delle Ambasciate Italiane all’Estero in collaborazione con il Ministero della Cultura e degli Esteri, con la partecipazione attiva dalla Fondazione Sartirana  Arte di Sartirana Pavia.
Nel 2000, partecipa al progetto mondiale della Fondazione Sartirana Arte di Sartirana Lomellina (PV), “La Via del Vetro”,con il Ministero della Cultura e Ministero degli Esteri,le Ambasciate Italiane e degli Istituti italiani di cultura all’Estero. L'evento divenuto di interesse mondiale è stato ospitato in importanti e principali Musei delle rispettive capitali di: India, Croazia, Egitto, Siria, Tunisia, Albania, Marocco, Turchia, Grecia , Slovenia Croazia, U.S.A e (America Latina) Brasile, Colombia, Cile, Argentina, ed altri.
Nello stesso anno, Angelo Rinaldi è uno degli artisti invitati alle Manifestazioni Giubilari di Religiosità dal titolo “Tradizione e Innovazione”. La presentazione Ufficiale parte da Padova per poi essere ad Assisi, Firenze per giungere a Roma e ricevere la consacrazione dal Santo Padre. Tra gli importanti  eventi giubilari è stato invitato dall'organizzazione LAURUS “progetti di Sacro “Arte ed Architettura per il Giubileo”; evento patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Firenze, dalla Giunta Regionale Toscana, dal Consiglio Nazionale degli Architetti, dal Parlamento Europeo, Ufficio per L’Italia e dall' Ambasciata del Cile presso l’Unione Europea.
Artisti partecipanti: Novello Finotti, Omar Galliani, Paolo Portoghesi, Renzo Piano e Roberto Fallani, Angelo Rinaldi.
Nel maggio/ giugno dello stesso anno; patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri, dal Comune di Strà (VE) e dalla Associazione Ville Venete, fu allestita una Personale dal titolo: “Solido Trasparente" nella -Storica Villa Nazionale Pisani nell’occasione furono esposte circa 100 opere tra dipinti e sculture.
Da novembre 2003 a febbraio 2004 nella sede dell’istituto SANPAOLO IMI sede di Padova viene inaugurata una personale dal titolo "Angelo Rinaldi Il SAMPAOLOIMI Ospita l’Arte".
Settembre 2004 si inaugura il progetto mondiale dal titolo “Cento Soli” itinerante sino al 2011; l’evento organizzato dalla Fondazione Sartirana Arte di Sartirana Pavia con la collaborazione dei Ministeri degli Esteri della Cultura, le Ambasciate Italiane all'estero e con l'ausilio degli Istituti Italiani di Cultura, vede ancora un volta la presenza autorevole di Rinaldi. E' sempre la luce sposata con la scultura in vetro ad essere il tema portante di questo evento, gli altri artisti che hanno aderito sono: Roberto Fallani, Marco Lodola e Mario Merz. Gli stessi organizzatori dei "Cento soli" creano un'altro evento mondiale ed itinerante, ospitato nei maggiori musei del mondo da titolo : “Gioielli d’Artista” molti gli artisti internazionali del ‘900 presenti con le loro opere denominate anche “Arte da Indossare”.
2004(settembre) altre “Sculture da indossare” create da Angelo Rinaldi sono presenti nella mostra : “Le piume del pavone”. Evento voluto ed ospitato da prima al “Diamantmuseum di Anversa" mostra che in collaborazione con la Fondazione Sartirana Arte, successivamente ospitata in altri paesi Europei, Americani e in Cina. L'importante collezione  è composta da gioielli da uomo realizzati da artisti contemporanei di tutto il mondo.
Rinaldi sempre  nel 2004 realizza una Pala d’altare"La Speranza" in bronzo a cera persa, di grandi dimensioni, con la rappresentazione simbolica attraverso fiori ad alto rilievo, collocata nella chiesa  del cimitero di S. Vito di Vigonza (PD). L’opera, ispirata da una religiosità laica, affronta il tema del trapasso e nell’aldilà, un concetto innovativo per raggruppare tutte le religioni. Il Critico Giuliano Serafini scive :
"Come gli artisti del rinascimento europeo, anche il percorso di Angelo Rinaldi è ricco e mai stagnante. Dai dipinti di grandi dimensioni, di impronta formale geometrica, dai ‘Vasi scultura, realizzati presso le fucine di Murano, dall’astrattismo geometrico e dalla sperimentazione degli anni novanta. Il linguaggio espressivo e la ricerca nelle opere di Angelo Rinaldi sono in continua evoluzione. E' per questo che è stato definito, un artista vulcanico, con un’attitudine sovrana verso la materia."
Dal Dicembre 2004 a tutto febbraio 2005 nei saloni dell’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana e all’ Istituto di Cultura di Zagabria con patrocinio dell' Ambasciata Italiana in Slovenia e Croazia .sono esposti una serie di grandi disegni, eseguiti nel 1992 in occasione delle Olimpiadi di Barcellona La mostra intitolata “Riflessi di Luce”.
La stessa mostra arricchita con sculture luminose, viene riproposta in una personale alla Galleria Gasspar di Pirano ( Slovenija) sempre con il patrocinio dell'Istituto Italiano di Cultura e l'Ambasciata Italiana di Lubiana.
Nello stesso anno Rinaldi aderisce al progetto di Formitalia “Mirabili -Arte d’abitare" con opere di :Portoghesi, Sottsass, Ontani, Ceroli, Berrocal, Max Ernest, Mendini, Natalini, Fallani, Crema,Rinaldi ed altri ancora .
2005 l’artista presenzia su invito con un opera alla mostra,“Buon compleanno Leonardo” ,tenutasi nel Museo Ideale Leonardo da Vinci a Vinci.
Estate 2005 l’Istituto SANPAOLO IMI (Sponsor ufficiale delle Olimpiadi Invernali del 2006 di Torino) commissiona all’artista una collezione di 350 dipinti di piccolo formato rappresentanti le olimpiadi stesse .Una serie di 32 tavole viene da prima esposta con il titolo “Sognando le Olimpiadi” nelle sale del Palazzo dello Sport e della Provincia di Pavia, inaugurata alla presenza dell’allora Capo dello Stato Carlo Azelio Ciampi , in occasione del passaggio della fiaccola olimpica e successivamente esposte nelle sale dell’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana e di Zagabria, dopo di che nelle sale espositive dell’Accademia del Disegno di Montecatini Terme e in alcune gallerie nazionali .
Sempre nel 2005 viene collocata nella piazza principale di Galta di Vigonovo (VE) una grande stele in bronzo  “Omaggio a Leonardo".
Nel mese di ottobre dello stesso anno nelle sale dell’ Istituto Italiano di Cultura di Zagabria si espongono 30 disegni facenti parte delle opere denominate “Fragmenta”.
2006 una serie di “di sculture luminose” del maestro vengono esposte alla mostra “Island of Glass” 1920-2005; all’Eretz Israel Museum di Tel Aviv, a cura dell’Ambasciata e dell’Istituto di Cultura Italiana per proseguire poi ad Istambul (Turkia).
Nello stesso anno opere di Rinaldi sono presenti a "DIALOGO TRA GENERAZIONI"( dal futurismo ai giorni nostri) .nelle sale del Museo Mohamed Mahamoud Khalil, Cairo,  Egitto.
2007 "Sculture di luce" una suggestiva esposizione di 25 sculture luminose in vetro e plinti in ferro vengono esposte nelle Sedi Istituzionali dell’Ambasciata Italiana a Seul (Corea).
2008 Personale nel "Teatro del Castello di Sartirana Lomellina“ (Pavia).
2009 l’opera “Laguna” del 1965 e presente a "Memorie dell'antico nell'Arte del novecento" Museo degli Argenti - Palazzo Pitti - Firenze - 14 Marzo 12 Luglio (vedi catalogo ).
2009 " Calzature da Sogno "Mac,c - Museo d'Arte Contemporanea e del Novecento"  MONSUMMANO Terme, Italia. alcune opere (calzature in vetro) sono presenti alla esposizione e un opera di Rinaldi fa da copertina al catalogo
2010/2011 importante personale retrospettiva “ Di Vetro e nel Vetro Opere di Angelo Rinaldi 1960-2010” in Palazzo Zuckermann – Musei Civici di Padova
2011 l’opera “Cilindro Spezzato” (donazione dell’artista) viene esposta nelle grande mostra di bronzetti tenutasi a Palazzo della Ragione in Padova e sempre nello stesso anno l’artista dona una grande scultura in acciaio “La notte di S. Lorenzo” che viene collocata permanentemente nei giardini antistanti i Musei Civici della città.
2012 l’opera “l’impronta” del 2007 viene presenzia a “Essenzialmente la mano” evento tenutosi nel piano Nobile del Caffè Pedrocchi di Padova, personale presso la Galleria La Teca di Padova .
2013 Agosto, Angelo Rinaldi e Ferruccio Gard allestiscono la mostra “Forme e colori del nuovo astrattismo” evento tenutosi nella Chiesa di S. Filippo a Castiglion Fiorentino (Arezzo)  curata da Barbara Rossi.
Alcune opere sono conservate ed esposte nelle sale della Farnesina (sede del Ministero degli Esteri in Roma) e sono ora visibili al vasto pubbloco con l'operazione " Farnesina porte Aperte".  
Opere di Angelo Rinaldi si trovano presso Musei Nazionali e Internazionali e in collezioni private di grande prestigio.
I Musei più importanti :
- KUNST -MUSEUM - DUSSELDORF - Germania;
- MUSEO del VETRO- S. GIOVANNI VALDARNO – FI - Italia;
- MUSEO IDEALE LEONARDO da VINCI - Vinci - Italia;
- FONDAZIONE MORISCITA - TOKIO - GIAPPONE;
- PALAZZO PITTI - MUSEO DEGLI ARGENTI - Firenze - Italia;
- MUSEO della Calzatura di Villa FOSCARINI - ROSSI.
- MUSEI CIVICI di Padova
- PALAZZO ZUCKERMANN
collezioni private e pubbliche di tutto il mondo.
- Si sono interessati all’artista i più noti critici nazionali e internazionali ; Televisioni - ed edizioni redazionali di telegiornali ;
Quotidiani e riviste di carattere artistico e mondano.