Honorè Daumier

Honorè Daumier- Marsiglia 1808- Parigi 1879 Notissimo Pittore –scultore grafico incisore umorista- Daumier, Honoré. Scultore, pittore, litografo e caricaturista francese. Prima di dedicarsi all'arte, lavorò come fattorino di un ufficiale giudiziario. ... valsero una serie di arresti, il primo nel 1832, per ... censura chiuse "La Caricature" Daumier lavorò per "Le Charivari". ... Louvre, Parigi -notissime le sue incisioni litografiche riguardanti la politica- Honoré Daumier è un artista molto singolare del panorama artistico francese. Il suo interesse iniziale è per la litografia, tecnica di incisione adatta alla diffusione a stampa. Come incisore Daumier iniziò, nel 1831, la sua attività collaborando alla rivista satirica francese «La Caricature». Per questo giornale produceva vignette satiriche, sperimentando in senso espressivo la deformazione caricaturale. La sua attività di caricaturista gli procurò notevoli guai giudiziari, finendo condannato ed imprigionato in più occasioni, determinando, in alcuni casi, anche la chiusura dei giornali per i quali collaborava. Conseguenza, tutto ciò, della profonda carica espressiva e di denuncia sociale e di costume sempre presente nelle sue opere. Dal 1860, ad oltre cinquant’anni, iniziò la sua attività di pittore. Ed anche in questa attività sono presenti quegli elementi caratteristici della sua attività di incisore: il tratto molto inciso e netto, la deformazione espressionistica, la satira di costume tipico della caricatura. La collezione Rinaldi Tonello si compone di 24 incisioni da pietra litografica in bianco e nero- 10 riguardanti pesca e 14 riguardanti la caccia, tutte vignette satiriche che trattano i due argomenti in senso espressivo e caricaturale. “La Chasse” è una serie di 28 litografie comparse in periodi differenti, 16 stampe sono state pubblicate fra il settembre 1836 e aprile 1837 nel Charivari- 12 nel settembre del 1843 e gennaio 1844 sempre nel Charivari- le stampe sono state pubblicate in varie serie e in periodi differenti pertanto non si è a tutt’oggi potuto risalire alla esatta datazione dell’incisioni della collezione Rinaldi Tonello questo vale anche per le litografie riguardanti “La Pehe” La collezione- precedentemente apparteneva al pittore padovano Antonio Fasan E fu ceduta nel 1980 agli attuali possessori Le incisioni litografiche di cm.26x20 sono incorniciate sottovetro in cornici del tipo fratina in noce di cm.42x34

Incisioni 800/900

   

Gino de Finetti

   
   

 Honorè Daumier

   
         

 

Sottocategorie